Gianna, Giorgia, Elisa: la musica italiana al femminile gode di ottima salute

Immagine

Buongiorno a tutti anche se siete ancora pochi, ma crescerete…

Oggi parliamo di donne nella musica italiana. Il 2012 si è concluso con la proclamazione di Giorgia come la più trasmessa dell’anno con la sua “Tu mi porti su” briosa canzone scritta per lei da Jovanotti. Un regalo da parte dell’artista cortonese che Giorgia aveva commentato così:

 “Ho realizzato un sogno! Quando Lorenzo scrisse per Irene Grandi, nel ’95, io rosicai tantissimo. E finalmente ce l’abbiamo fatta”. “Tu mi porti su’” è un brano allegro e gioioso, un brano che apparentemente sembra leggero ma invece fa riflettere, le linee di testo sono molto profonde. Tra l’altro sembra facile da cantare ma non lo è affatto, perché è scritto nel suo modo. Ci vuole un sacco di fiato, cosa che Lorenzo ha, si vede quando è in concerto. Ha un’energia e una tecnica pazzesche

Ed infatti questo quinto singolo estratto dal’ultimo album “Dietro le apparenze” le ha dato grandissime soddisfazioni. A mio avviso Giorgia in questo ultimo lavoro ha trovato anche uno stile più “umano” di cantare e riesce a trasmettere maggiori emozioni che con la tecnica pura e perfetta a cui ci aveva abituati ed anche un pò annoiati negli ultimi anni.

Elisa invece calca i red carpet hollywoodiani grazie alla scelta di Quentin Tarantino che ha voluto nella colonna sonora del suo ultimo film Django Unchained, un brano “Ancora qui” che l’artista di Monfalcone ha scritto a quattro mani con il Maestro e Premio Oscar Ennio Morricone. Il cast del film è di quelli da capogiro: Leonardo DiCaprio, Jamie Foxx, Christoph Waltz, Samuel L.Jackson.

Finiamo con Gianna Nannini  che ieri ha presentato a Milano il suo nuovo album Inno che uscirà il 15 gennaio. 

L’’album è il diciottesimo della carriera di Gianna, arriva a due anni di distanza dal

successo di “Io e Te” e contiene dodici tracce inedite prodotte dalla cantautrice e Wil

Malone.

Il disco registrato a Londra tra il Rak e il celebre Abbey Road Studio, vede la presenza

della London Studio Orchestra diretta da Wil Malone, che ha 

arrangiato gli archi.

Il primo singolo estratto “La fine del mondo” già in vetta alle classifiche radiofoniche.

 Oltre a Wil Malone, storico produttore di Black Sabbath, Iron Maiden, Verve, Depeche Mode, hanno collaborato anche  Davide Tagliapietra alle chitarre e ospiti speciali: Christian Eigner e Peter Gordeno rispettivamente batteria, pianoforte e tastiere dei Depeche Mode, e Francis Hylton, al basso, musicista degli Incognito.

Le canzoni di Inno sono la poesia doc di Gianna Nannini che proprio per la categoria

“Parole in musica” ha recentemente conseguito il Premio Elsa Morante 2012.

Per alcuni testi hanno collaborato Gino Pacifico, Isabella Santacroce e  Tiziano Ferro per il brano “Nostrastoria”.

Il 12 aprile 2013 partirà da Roma INNO TOUR  per poi toccare i principali palazzetti e arene italiane.

In omaggio con il biglietto del concerto, in prevendita sui siti www.livenation.itwww.ticketone.it, callcenter Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati, gli acquirenti riceveranno un codice per scaricare gratis BACIAMI QUI, il brano inedito realizzato proprio per l’’apertura degli show.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...